Ancora tante Bandiere Blu per la Toscana: eccellenza di mare.

postato in: Grosseto, Livorno, Versilia | 0

Sono 246, distribuite in 131 Comuni, le spiagge di qualità in Italia, premiate con la Bandiera Blu, il riconoscimento che valuta le acque pulite, i servizi e il rispetto dell’ambiente. I prestigiosi vessilli della Fee-Foundation for Environmental Education, per la Toscana sono stati 17 (superata solo dalla Liguria e Marche ). Follonica, ad esempio, è una delle 17 elette toscane: questa cittadina è risultata una delle città più “longeve” per mantenimento della Bandiera blu…ben 14 anni consecutivi con questo biglietto da visita di tutto rispetto!

Bandiera Blu Toscana, 2013. Follonica, Grosseto, Castiglioncello, Vada, tourism in tuscanyGli ingredienti di uno sviluppo sostenibile a cui la stessa Follonica sta facendo riferimento da molti anni ormai, sono i seguenti: qualità delle acque di balneazione e dei servizi, a cominciare da quelli in spiaggia e delle attività ricettive, una corretta gestione dei rifiuti, alla presenza del verde, di arredo urbano curato, di aree pedonali e ciclabili, fino all’educazione ambientale e alle certificazioni di qualità.

Le Bandiere Blu Grossetane sono state assegnate oltre a Follonica, anche a Castiglione della Pescaia, Marina e Principina di Grosseto, Monte Argentario (Grosseto).

Per quanto riguarda la provincia di Livorno invece, esempi illustri anche per quest’ anno si possono ritrovare a Castiglioncello, per la diciottesima volta, a Vada, per la sedicesima, e al porto turistico Cala dè Medici, per la terza. Ancora Bandiera Blu per questi bellissimi luoghi, tanto per citarne alcuni.

Anche qui, i parametri per avere la Bandiera Blu sono stati rispettati totalmente, a partire dai due fondamentali indicatori: solo acque “eccellenti” (secondo regole più restrittive di quelle previste dalla normativa nazionale) e regolari campionamenti delle acque effettuati nel corso della stagione estiva. Solo dopo queste due condizioni preliminari si può accedere alle successive valutazioni: efficienza della depurazione delle acque reflue e della rete fognaria allacciata almeno all’80% su tutto il territorio comunale; raccolta differenziata e corretta gestione dei rifiuti pericolosi; vaste aree pedonali, piste ciclabili, arredo urbano curato, aree verdi; spiagge dotate di tutti i servizi e di personale addetto al salvamento, accessibilità per tutti (abbattimento delle barriere architettoniche); ampio spazio dedicato ai corsi d’educazione ambientale, rivolti in particolare alle scuole e ai giovani, ai turisti e residenti; diffusione dell’informazione su Bandiera Blu e pubblicazione dei dati sulle acque di balneazione; strutture alberghiere, servizi d’utilità pubblica sanitaria, informazioni turistiche, segnaletica aggiornata; certificazione ambientale e/o delle procedure delle attività istituzionali e delle strutture turistiche presenti sul territorio comunale; presenza d’attività di pesca ben inserita nel contesto della località marina.