“Disegnare il mondo”: in mostra la storia di atlanti, planisferi e strumenti di viaggio

postato in: Arezzo, Exhibitions | 0

ENG:

Last July 30 was opened a large book exhibition at the Castle of Poppi: “Draw the world. Explorers, cartographers, and travelers.”

Organized by the Library Rilliana and Sacre Library Camaldoli Hermitage, this exhibition traces, through the story of some famous world maps and atlases, travel stories and tools, the progress of the cartographic art from the first half of the 15th century. The exhibition was organized into three rooms, which trace the three subjects, explorers, cartographers and travelers.

You can visit It till September 18th at Poppi (Arezzo).

 

ITA:

Lo scorso 30 Luglio è stata inaugurata una grande mostra libraria al Castello di Poppi: “Disegnare il mondo. Esploratori, cartografi, e viaggiatori”. 

Disegnare il mondo. Esploratori, cartografi, e viaggiatori castello di poppi, arezzoOrganizzata dalla Biblioteca Rilliana e dalla Biblioteca del Sacro Eremo di Camaldoli, questa esposizione ripercorre, attraverso la storia di alcuni celebri planisferi e atlanti, diari di viaggio e strumenti di lavoro, il progresso dell’arte cartografica dalla prima metà del sec. XV, legata alla cosmografia biblica, al mondo dopo il 1492 e le successive scoperte geografiche.

Il percorso della mostra è stato organizzato in tre sale, che ripercorrono i tre soggetti, esploratori, cartografi e viaggiatori, che hanno permesso e ancora permettono di disegnare il mondo:

  • la prima sala raccoglie atlanti, portolani e strumenti per la misurazione della distanza dei luoghi;
  • la seconda sala raccoglie le osservazioni di esploratori e viaggiatori, che fornirono le informazioni di partenza per la realizzazione di nuove carte, o come nel caso del Mappa Mundi del camaldolese Fra Mauro (esposto nella prima sala) le informazioni necessarie per la realizzazione del primo planisfero tra il 1448 e il 1450;
  • la terza sala raccoglie le descrizioni dei pellegrini in Terra Santa, che per secoli costituirono il punto di riferimento per i cartografi dell’era cristiana nella realizzazione di planisferi al cui centro era Gerusalemme.

La mostra sarà visitabile fino al 18 Settembre presso il Castello dei Conti Guidi a Poppi (Arezzo).