Donne tra terra e cielo: un laboratorio per esplorare ed esplorarsi

postato in: Prato, What to do | 0

loom movement factory, festa della donna 2013, pratoL’8 Marzo The Loom Movement Factory vuole offrire alle donne un’occasione per esplorare la propria femminilità attraverso l’arte, il movimento ed il teatro. Saranno proposti tre laboratori tenuti da artiste donne, che si sono soffermate a riflettere sul senso di questa giornata ed hanno creato dei percorsi creativi rivolti a tutti.

L’idea è quella di offrire un’alternativa ai soliti modi di celebrare la giornata della festa della donna, pensando che questo può essere un momento  per compiere un’esperienza di scoperta di sè e condividerla con altre donne. I popoli antichi avevano infatti una visione del femminile, che rispettava e valorizzava la natura dell’essere donna. Nelle regioni andine ad esempio, durante il periodo d’oro degli Inca, esisteva un’organizzazione di donne sagge, chiamate Mamakuna,  che furono le artefici di una forma di organizzazione socio-economica molto evoluta, chiamata Tawantinsuyo. Tawantinsuyo era basata su tre punti basilari: l’amore, la ricerca della verità e il rispetto per gli esseri viventi. Ma il fatto che  colpisce maggiormente è il ruolo delle donne, che godevano d’indipendenza economica, potevano essere sacerdotesse, capi guerriere , di governo,avevano diritto al voto. Le casalinghe erano retribuite poiché portavano un importante contributo al benessere collettivo. Tutto questo era frutto di un sistema educativo che valorizzava separatamente il principio femminile e quello maschile.

Nell’Yachaywasi (maschile) si imparavano la scienza e la tecnologia per risolvere i problemi relativi al mondo esterno. Nell’Akllawasi (femminile) s’insegnavano le “arti verso l’interno”, cioè  l’arte, l’alimentazione, la pedagogia, la creatività, l’etica,  lo sviluppo dell’intuito, la difesa della vita. Fino al Neolitico inferiore, le società umane del mediterraneo e del medio oriente erano strutturate così.

Riflettendo su come nelle società definite “primitive” la donna veniva considerata per il valore che la natura le aveva dato, in quanto detentrice di una saggezza legata alla terra, al nutrimento, alla procreazione ed alla creatività, il Loom Movement Factory ha creato un percorso per risvegliare l’istinto femminile attraverso le arti del movimento, della musica e del teatro.

I laboratori sono aperti a tutti, e non è necessario avere alcuna esperienza in nessuno di questi campi. L’intento è quello di creare un gruppo di lavoro, il cui presupposto principale per poter attuare il percorso è semplicemente  L’ESSERE DONNA.

Programma: Donna fra terra e cielo

18.00 20.30 TRA TERRA E VOCE a cura di: Françoise Parlanti e  Samantha Bertoldi

SESSIONE I°- Movimento: BODY TREE – IL CORPO ALBERO Insegnante: Françoise Parlanti

SESSIONE II°- Percussioni VOICE DRUM, Insegnante: Samantha Bertoldi

20.30 – 21.00 Pausa, Buffet

21.00 – 22.30 TRA VOCE E CIELO– Teatro, Insegnante: Lisa Santi

22.30 – 23.00  Tisana della Buonanotte e momento di condivisione

Posti limitati. Necessaria prenotazione via mail a info@theloom.it o al 328 5691044. The Loom- Movement Factory, Via Cortesi 20, 59100, Prato www.theloom.it