“Festa dell’olio” a Montemurlo, due fine settimana ricchissimi d’appuntamenti

postato in: Food, Prato, What to do | 0

Tutto pronto per l’edizione 2012 della Festa dell’Olio, una delle manifestazioni di punta del ricco panorama d’eventi di Montemurlo (Prato), tra cultura, tradizione e valorizzazione di una delle grandi eccellenze del territorio, l’olio. Due fine settimana ricchissimi d’appuntamenti, che quest’anno avranno tra i momenti di maggior interesse l’inaugurazione dell’antico campanile della Pieve di San Giovanni, danneggiato qualche anno fa da un fulmine e restaurato grazie ad una straordinaria sinergia di forze che, oltre al Comune, ha visto la diretta partecipazione del Comitato Festa dell’Olio, delle associazioni e dei cittadini di Montemurlo.

Si parte sabato 10 novembre con l’inaugurazione ufficiale dell’edizione. Alle ore 15 in sala Banti (piazza della Libertà) sarà aperta la mostra fotografica sulle passate edizioni della Festa dell’olio e in anteprima si potranno vedere gli oltre trenta quadri, provenienti da tutta la Toscana che hanno risposto al concorso lanciato dal Comitato. Alle 16 la festa si sposta al centro commerciale di via Livorno, dove il Comitato Festa dell’Olio sarà presente con un proprio stand promozionale di prodotti tipici. Allieteranno il pomeriggio il gruppo folkloristico “La quadriglia di Maresca”. Domenica 11 novembre il Gruppo trekking “la Storia camminata”, l’associazione “Il granello di Senape”, la Misericordia di Montemurlo e la parrocchia del Sacro Cuore, proporranno la camminata “Percorso dell’olio”, con ritrovo alle ore 9 da piazza Don Milani, che quest’anno si spingerà fino al comune di Montale con visita della Villa La Smilea. Tanti gli appuntamenti gastronomici per gustare l’olio nuovo con gustosi abbinamenti. Il ristorante “La Taverna della Rocca” propone un menù di pesce esaltato dall’olio nuovo (prenotazioni 3289857707), mentre nella canonica della chiesa di San Giovanni Battista del borgo della Rocca si potrà mangiare il “Menù del frantoiano”, il tipico toscano al sapor dell’olio nuovo. Nel pomeriggio alle 14.30 in piazza della Rocca si terrà l’esibizione del gruppo dei “Maggiaioli” di Bagnolo, mentre alle 17 nella pieve si svolgerà il concerto del Coro Diapason.

Venerdì 16 novembre ore 20 al ristorante “La Taverna della Rocca”, invece, nell’ambito delle manifestazioni di “Oleum nostrum”(l’evento promosso dalla Provincia e dal Comune di Montemurlo per favorire la conoscenza e la valorizzazione dell’olio del territorio), si svolgerà l’incontro gastronomico dal titolo “L’olio e i colori della salute”, a cura dell’associazione Filiera corta di Montemurlo, a cui parteciperà Fabio Firenzuoli, esperto nutrizionista. Alle 21 nella Chiesa di San Giovanni Decollato il gruppo di giovani condurrà un momento di riflessione sul tema “Considerazioni sulla Croce di Montemurlo”. Sabato 17 novembre la mattina si apre con un convegno dal titolo “Politica, diritto e cultura a 500 anni dal “Principe” di Machiavelli”, a cura dell’associazione Politicamente. Nel pomeriggio alle 16.30 si terrà la tanto attesa inaugurazione del campanile della Pieve di San Giovanni. La sera alla sala Banti l’associazione culturale “La Pira” e la compagnia teatrale “I Limoni” propongono lo spettacolo in vernacolo “Missione da i’ paradiso” (info e prenotazioni 3470460980). Domenica 18 novembre, infine, sarà la grande giornata dell’olio. Il borgo della Rocca sarà animato per tutto il giorno da manifestazioni, stand, laboratori e all’interno delle mura avrà validità la sola moneta di Merlino. Sveglia presto, alle 7, con il mercatino tipico dell’antiquariato e delle occasioni, mentre alle 9.30 aprirà le porte al pubblico l’antico frantoio dell’azienda agricola “La Rocca” con visite e degustazioni guidate dell’olio. S’intitola, infatti, “Pregi e difetti negli olii extra-vergine d’oliva toscani”, a cura dell’associazione Ager Novus di Prato, il mini corso di assaggio dell’olio della durata di un’ora che sarà ripetuto per cinque volte durante la giornata.

Tante le mostre in programma: le miniature degli attrezzi e delle macchine della civiltà contadina, mostre fotografiche, la mostra del quarto concorso di pittura “L’olio: la natura e le tradizioni”, mentre nella Cappella della Compagnia della Pieve sarà proiettato il video sul restauro dell’antica chiesa. Moltissimi anche gli stand con prodotti tipici e dell’artigianato, saranno presenti: la Filiera Corta di Montemurlo, la Fondazione Cdse, un’esposizione delle aziende agricole montemurlesi, mentre nella canonica della chiesa, alunni e genitori della scuola di Morecci venderanno i prodotti dell’orto scolastico. Si potranno anche conoscere antichi mestieri del passato come il tombolo con dimostrazioni aperte a bambini e adulti e, grazie al gruppo di rievocazione “Terra di Prato”, si potrà fare un tuffo indietro nel tempo direttamente nel Medioevo, con cantastorie, giocolieri e arti medievali. A mezzogiorno niente paura, gli stand gastronomici proporranno piatti della tradizione toscana e i panificatori montemurlesi prepareranno per l’occasione una bozza alle olive. Nel pomeriggio ancora tanti eventi con il palio delle cariole dei rioni montemurlesi, la premiazione del concorso di pittura e l’esibizione di gruppi fokloristici.

Per tutto il giorno saranno inoltre, attivi dodici bus navetta che faranno la spola tra il borgo della Rocca e le principali piazze di Montemurlo.

Per maggiori informazioni si può contattare il Comitato Festa dell’Olio (Alessandro Franchi tel. 3478627809 e-mail franchi.alex@alice.it), oppure navigare su www.festadelloliomontemurlo.it