Fino al 4 Maggio una serie di escursioni lungo l’Amiata e la Val d’Orcia

postato in: Grosseto, Itineraries | 0

Fino al 4 Maggio potrete partecipare a numerose escursioni per ammirare i bellissimi paesaggi dell’Amiata e della Val d’Orcia. Le visite sono organizzate dal gruppo di guide turistico-ambientali “Guide Amiata Toscana” e si dividono secondo il programma di seguito descritto:

via francigena, escursioni amiata e val d'orcia 2013, toscana tourism in tuscany25 Aprile: Vivo d’Orcia – Campiglia d’Orcia
Visita alla Sorgente Ermicciolo. Una escursione di 6 Km con piccola degustazione offerta dalla Pro-Loco alla rocca di campiglia, alla cui conclusione sarà possibile ammirare il campanile sulla Roccia di campiglia d’Orcia con vista del magnifico panorama della Val d’Orcia. Costo scontato su prenotazione 7 Euro a
persona.

28 Aprile: Anello di Bagno Vignoni
Partenza dall’Antico borgo Termale direzione Vignoni Alto passando per un tratto della Via Francigena, scendendo di seguito attraverso la magnifica campagna, dove si potranno ammirare le gole del castello di Ripa d’Orcia, attraversando le vecchie Cave di Marmo e risalirendo per le bellissime pozze termali naturali e il vecchio Mulino incastonato nella roccia calcarea. 15 Euro a persona

1 Maggio: Amiata un Mondo d’Acqua
Percorso dell’acqua lungo le Vie del centro Storico più bello del monte Amiata, Santa Fiora. Si potranno ammirare le sorgenti più importanti della Toscana Meridionale che sgorgano direttamente dal Paese. La visita terminerà entrando nella suggestiva galleria lunga più di mezzo chilometro che entra direttamente nelle viscere del Vulcano ad intercettare l’imponente acquifero Amiatino immersi in un atmosfera Dantesca.

1 Maggio (Pomeriggio): Il sentiero di Merlino
La storia dell’Amiata nei lunghi secoli del medioevo, e nel lungo medioevo che per molti aspetti ivi si protrasse fino alle soglie dell’unità d’Italia ha una fitta rete di villaggi fortificati che, noti dalle fonti
medievali come castra, fanno da corona al cono vulcanico a una quota variabile tra i 600 e gli 800 metri sul livello del mare, intercalati da insediamenti monastici, chiese rurali, pievi e ospedali, che proprio tra il
XII e XIV secolo vennero fondati e rifondati ad opera dei signori amiatini e dalle comunità rurali. Tuttavia è facile notare, anche per l’osservatore che si avvicina alla montagna ai giorni nostri, come secoli medi e finali
del medioevo canonico , tra il 1100 e il 1400 abbiano lasciato in questa zona testimonianze materiali impressionanti per dimensioni e densità che difcilmente si riscontrano altrove in Toscana. La visita si concentrerà alla Grotta di Merlino, sentiero Medievale e Arrivo ad Arcidosso con Visita al Castello
Aldobrandesco. Prezzo su prenotazione

2 Maggio: Parco Faunistico – Monte Labbro
Si attraverserà il Parco faunistico fino alla Torre Giurisdavidica nella cima del Monte Labbro (7Km). Il parco faunistico è strutturato ispirandosi al modello dei Wild Park tedeschi, con percorsi che permettono l’osservazione delle varie specie nel totale rispetto di queste. Prezzo su prenotazione

3 Maggio: Le vie Cave, Sovana
La partenza è in campagna, si percorrerà una delle più belle Vie Etrusche scavate nel Tufo con arrivo a Pitigliano attraversando una piccola necropoli. Le Vie Cave, note anche come Cavoni, sono una rete
stradale che collega un impressionante necropoli etrusca e diversi insediamenti nella zona compresa tra Sovana, Sorano e Pitigliano, consistono principalmente in Vie scavate nel Tufo, a volte più di venti
metri di altezza, utilizzate come un efficace sistema di difesa contro gli invasori e come vie di comunicazione e di deflusso delle acque.
In epoca romana, le Vie Cave sono diventata parte di un sistema viario che era collegato al tronco principale della Via Clodia, antica strada di collegamento tra Roma e Manciano. Prezzo su prenotazione

4 Maggio: Andar per Miniere, l’argento vivo del Monte Amiata
Il percorso con la documentazione storica del museo delle Miniere di Santa Fiora, e la visita all’ex villaggio minerario del Siele, con la galleria Emilia e la miniera scavata nella roccia del Cornacchino tenta di far rivivere condizioni antiche e moderne del lavoro, della organizzazione sociale e dello sviluppo delle miniere sul Monte Amiata, oltre ad illustrare il territorio nei suoi aspetti geologici e naturalistici.
Costo 15 euro

 

Per informazioni e prenotazioni:

Coordinatore Amiata Toscana Guide ambientali
Michele Arezzini