Francis Bacon e la condizione esistenziale nell’arte contemporanea

postato in: Exhibitions, Firenze, What to do | 0

Giovedì 4 ottobre 2012 alle ore 19.00 sarà inaugurata presso il Centro di Cultura Contemporanea Strozzina, a Palazzo Strozzi (Firenze) la mostra “Francis Bacon e la condizione esistenziale nell’arte contemporanea“, curata da Franziska Nori e Barbara Dawson.

Il corpo, la memoria, l’identità: la mostra propone opere di artisti che investigano il tema dell’esistenza nel rapporto tra individuo e collettività, dando forma a stati d’animo e interrogativi che l’essere umano si pone nel rapporto con la sfera personale e il mondo esterno.
Punto di partenza della mostra è una serie di capolavori di Francis Bacon affiancati da alcune opere incompiute esposte per la prima volta in Italia e da una selezione di materiali fotografici e d’archivio dello studio dell’artista, presentati grazie alla collaborazione con la Dublin City Gallery The Hugh Lane.
La commistione tra figurazione e astrazione, i corpi trasfigurati, il riferimento a elementi autobiografici, l’utilizzo di diverse fonti iconografiche, la tensione e l’isolamento come metafore della vita dell’essere umano si ritrovano come parti fondamentali nel lavoro dei cinque artisti contemporanei posti in dialogo con Bacon per una riflessione di carattere esistenziale sul vivere contemporaneo.

La mostra sarà visibile dal 5 Ottobre 2012 al 27 gennaio 2013, dal martedì alla domenica dalle 10.00 alle 20.00 ed il giovedì fino alle 23.00

Per info www.strozzina.org

Body, memory, and identity: this exhibition presents work by artists who examine the existential state of contemporary society’s collective mindset, exploring the kind of questions man asks himself in relationship to his own interior being and the outside world.
At the core of the exhibition is a selection of paintings by Francis Bacon set against some unfinished works by the artist—on display in Italy for the very first time—and a selection of photographic and archival material from the artist’s studio, presented thanks to a collaboration with the Dublin City Gallery The Hugh Lane.
Bacon’s mingling of the figurative and the abstract, his bodies transfigured, his reference to autobiographical elements, his use of a variety of different iconographic sources and of tension and isolation as metaphors of human life are also present in the work of the five contemporary artists chosen to dialogue with each other in an effort to trigger an existential reflection on contemporary living.