I Mondiali di Ciclismo e AfterBike: Installazioni galleggianti sull’Arno davanti al pontile della Società dei Canottieri di Firenze

postato in: Exhibitions, Firenze, Sport | 0

Installazioni galleggianti sull’Arno e il racconto di un ciclismo al femminile, che resiste alle immagini mediatiche. In occasione dei Mondiali di Ciclismo, fino al 29 settembre 2013, l’artista Barbara Vistarini è a Firenze in veste di protagonista di una squadra artistica per la mostra “AFTER BIKE con installazioni dedicate alle tematiche ETICA DNA DELL’ARTE e ETICA DNA DELLO SPORT.

Barbara Vistarini -Canottieri Firenze, After Bike 2013Il vernissage ufficiale della collettiva AFTER BIKE – ospitata dalla storica Società Canottieri Firenze (Lungarno Anna Maria Luisa de Medici 8, 50122 FIRENZE) – è fissato per giovedì 26 settembre alle 18.00. All’iniziativa parteciperà anche il vicesindaco del Comune di Firenze Stefania Saccardi.

Barbara Vistarini arriva a Firenze per il secondo “Evento nell’Evento” di The New Florence Biennale (30 novembre-8 dicembre 2013). Il primo appuntamento la portò a Spazio LINEA (via delle Porte Nuove, 10) per la mostra personale “Io Solo Ho Occhi Per Te”, di cui faceva parte l’installazione site-specific “Bush”, presentata in seguito alla Biblioteca Nazionale di Firenze e a Photissima Art Fair, evento collegato alla 55esima Biennale di Venezia.

Ispirata dalle parole di Willem De Kooning “Il contenuto è un’occhiata fugace”, Barbara Vistarini propone stavolta “uno sguardo en passant” sul ciclismo femminile, come sottolinea l’artista stessa, “con lo scopo di distinguere il lavoro creativo di modulazione sinergica di  emozioni e pensieri da quello tecnico descrittivo del reportage giornalistico”. L’installazione è divisa in tre momenti: “Pancia”, “Pensiero” e “Anima” esplorano l’intimità della forza dell’emozione, della resistenza fisica e mentale, e di un lavoro di squadra tutto al femminile. L’istallazione prevede: due stampe a getto d’inchiostro su vetro acrilico 100×70 che galleggeranno nell’acque dell’Arno davanti al pontile della Società Canottieri; una serie di sette libri, con un’immagine fissa che si moltiplica su se stessa e che nell’atto della lettura diventa spazio tridimensionale;  e una stampa fotografica 100×150 montata con crystal che parla di“una storia diversa” da quella che si vede. Dal tessuto visivo che scaturisce da questo incontro tra mondi emerge l’idea di un’estetica di “resistenza passiva” rispetto alle usuali immagini proposte dai media dello sport. La poetica che prende vita è letteralmente abitata da uno sguardo privo di tensione visiva e narrativa, sorpreso nell’atto di rubare istanti alla contingenza.

Una squadra internazionale di artisti “Special Guests”, parte integrante degli eventi speciali di The New Florence Biennale, presentalavori dedicati al ciclismo trasformando un ambiente storico sportivo fiorentino come la Società Canottieri Firenze, in luogo di esperienze estetiche in cui vengono catalizzate le emozioni  e le energie in campo durante le intense giornate di gara dei Mondiali di Ciclismo Toscana 2013. Si tratta di Carla Crosio, Luce Delhove, Erica Tamborini, Maurizio Gabbana, Pasquale Celona, Fabrizio Gori, Beat Kuert, Lorella Lyon, Diego Pasqualin, Barbara Pratesi, Marsha Steinberg, Aldo Spoldi, Beatrice Vecchio e Roberta Verteramo.

Il prossimo appuntamento con questi artisti sarà The New Florence Biennale, in programma alla Fortezza da Basso dal 30 novembre all’8 dicembre.