Più di 9000 uccelli acquatici nel Padule di Fucecchio

postato in: Itineraries, Pistoia | 0
il Mignattaio – foto Enrico Zarri
A metà Gennaio si è tenuto nel Padule di Fucecchio il censimento degli uccelli acquatici svernanti che ha dato un risultato veramente eccezionale: più di 9mila esemplari, che confermano l’elevata importanza a livello regionale di quest’area.
Il censimento rientra in un progetto internazionale di monitoraggio delle popolazioni di uccelli acquatici promosso a livello di grande regione biogeografica. Nel corso di questa attività sono state rilevate 29 specie diverse per un numero complessivo di 9123 uccelli,

con un incremento di quasi il 16% rispetto all’anno precedente. Numerose le Alzavole, i Germani reali, le Folaghe e le Pavoncelle. Per la prima volta in quest’area sono stati censiti anche quattro esemplari svernanti di Mignattaio, un raro ibis molto più frequente nel periodo primaverile ed estivo; non sono mancate poi le coppie di cicogna bianca dei nidi di Fucecchio e Monsummano terme.

Riserva Naturale – foto Gino Santini
Anche quest’anno le concentrazioni maggiori sono state registrate all’interno della riserva naturale pistoiese, dove sono stati censiti 8554 esemplari, vale a dire il 94% del totale: tanto per capire, la riserva con i suoi 206 ettari rappresenta solo il 10% della superficie del Padule.
Il censimento degli uccelli acquatici svernanti costituisce un appuntamento importante perché tale attività, praticata con la stessa metodologia fin dal 1984, fornisce uno degli indicatori dell’efficacia delle attività di gestione dell’area protetta: ne emerge un incremento costante, soprattutto a partire dal 2000 quando gli uccelli possono beneficiare degli interventi di miglioramento degli habitat realizzati nell’area protetta.

Lascia un commento