“Svelarsi”: fino al 31 Luglio all’Accademia delle Arti e del Disegno, la mostra di Beatrice Barni

Fino 31 luglio 2016 l’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze, presso la Sala delle Esposizioni in Via Ricasoli n.68, angolo Piazza San Marco, ospita la mostra monografica di Beatrice Barni dal titolo “Svelarsi”.
Dieci tele di grande formato che formano un’unica opera, un’installazione site-specific ideata appositamente per la sala espositiva dell’Accademia.
svelarsi, beatrice barni, accademia delle arti e del disegno 2016Una ricca scenografia plasmata da tante emozioni è quella che si svela allo sguardo, al corpo e all’udito del visitatore, cullato dal suono dei propri passi all’interno dello spazio di questa composizione, forgiata dall’artista secondo una geometria variabile.
L’artista, infatti, ha curato personalmente non solo la presentazione delle opere e la loro relazione con lo spazio circostante, ma anche i rapporti delle opere e dello spazio con la luce, al fine di costruire puntuali effetti teatrali.
Ecco che, nella Sala Esposizioni dell’Accademia delle Arti del Disegno, appese ad un ipotetico filo per stendere il bucato, le tele di Beatrice Barni sono libere di esprimersi in un caleidoscopio d’emozioni. Questa l’immagine che si delinea di fronte a noi, frutto di mai sopiti ricordi infantili dell’artista mentre nello spazio sullo sfondo della Sala troneggia una figura femminile priva di sembianze, una donna statuaria nell’aspetto, con i fianchi pronunciati, che sembra interrogarci mentre veglia sullo spazio dinnanzi a lei. Proprio come l’artista che da bambina correva tra i panni stesi sul terrazzo della sua infanzia, Beatrice Barni richiama il suo mondo bambino ed adulto insieme.
La mostra assume la valenza di un personale big bang, emotivo ed artistico insieme, in grado di far si che dal nero scaturisca la molteplicità del colore e delle forme, mostrando e svelando, con astrazioni suggestive, il percorso di maturazione dell’artista e della donna, tra similitudini ed antitesi, fino all’autentica conoscenza del sé.

Non si tratta certamente di un percorso a senso unico, perché una volta giunti sul fondo all’estremo figurativo ed emotivo oltre che a quello fisico dell’esposizione, dovremmo necessariamente voltarci e così comprendere che i teli bianchi appesi che ci troveremo di fronte rappresentano un nuovo spazio, un’opportunità in cui imprimere segni nuovi e nuovi colori, tratti di un sé ancora in divenire e che ora si svela.
Presente in mostra anche un’installazione che solleciterà il ricordo e, al contempo, l’olfatto grazie alla profumazione realizzata appositamente dall’Officina Profumo – Farmaceutica di Santa Maria Novella. svelarsi 2 beatrice bari accademia delle arti e del disegno

Autori delle presentazioni in catalogo sono la Prof.ssa Cristina Acidini, Presidente dell’Accademia delle Arti del Disegno, Enrico Sartoni e Simone Siliani.
La mostra è organizzata dall’Accademia delle Arti del Disegno con il patrocinio della Regione Toscana.

La mostra è organizzata Con il patrocinio della Regione Toscana e sarà visitabile fino al 31 luglio nei seguenti orari: 
da martedì a sabato: ore 10.00 – 13.00 / 17.00 – 19.00
domenica: ore 10.00-13.00
Lunedì chiuso.
Ingresso libero.